Cerca

Seleziona un periodo

Ricerca avanzata

Aprile 2020

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     

* Le date evidenziate sono quelle dove sono previsti eventi

CENTRO SHIATSU DANIELE GIORCELLI sede di LIBRIZZI (ME). Master post diploma: GENGO SHIATSU Il linguaggio della pressione®

MASTER POST DIPLOMA (aperto agli studenti di shiatsu diplomati o con almeno tre anni di formazione)
GENGO SHIATSU Il linguaggio della pressione®
Questo corso dà diritto a 90,00 punti ECOS o all'esonero per un anno (Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori)
Corso intensivo: 28-29-30 marzo 2020; 23-24-25 maggio 2020; 4-5-6-luglio 2020
Insegnante: Daniele Arnaldo Giorcelli
Il Gengo Shiatsu (il linguaggio originale della pressione delle mani) è uno stile moderno che pone l'accento sui diversi effetti che possiamo produrre modulando il "come". Integra e sviluppa i tre modelli standard giapponesi che sono alla base dello shiatsu moderno:
- lo shiatsu per punti, quello dei primi shiatsuka
- lo shiatsu per linee di punti, quello utilizzato da Namikoshi
- lo shiatsu per canali, quello sviluppato da Masunaga
Ognuno di questi approcci si distingue per l'effetto che crea attraverso precise scelte operative (staticità/dinamicità, strumenti utilizzati, ritmo, uso di hara, continuità…). Nel Gengo Shiatsu questi approcci convivono e soprattutto sono stati svincolati dalle mappe del corpo nel quale sono nati (tsubo, punti neuromuscolari, canali energetici). Si è cercato di andare alla radice sottostante ogni stile di shiatsu, elaborando un nuovo modello svincolato da una rigida definizione legata a modelli teorici come quello anatomico o quello energetico del ki/qi. Si è andati verso una definizione di shiatsu visto come un linguaggio non verbale, dove le manovre, le tecniche, sono le parole, e gli approcci (per punto, per linee, per canali) rappresentano il senso del discorso che intratteniamo con il corpo-mente di ukè nel suo insieme. Le differenze nel trattare una persona che sta sperimentando un mal di schiena o un'insonnia, una depressione, od una stanchezza cronica, non sono più soprattutto una questione di scelta di punti, sequenze di punti o meridiani, bensì una scelta di manovre e approcci. In alcune situazioni sarà utile essere statici sugli tsubo ("shiatsu diapason"). In altre sarà più indicato procedere per linee di punti ("shiatsu ritmico"). Per ulteriori altre categorie di persone/problemi sarà più efficace seguire un orientamento per canali/linee ("shiatsu corda").
L'universo delle possibili situazioni e richieste di uke viene diviso in 5 categorie/priorità:
- dolore fisico e alterazioni funzionali
- stanchezza
- sofferenza psicologica
- passato
- bisogni fondamentali
Sono stati sviluppati diversi approcci diagnostici. Sono previste moltissime manovre e tecniche che costituiscono la ricchezza del linguaggio, dello shiatsu. È stato previsto anche un approccio fuori dagli schemi e dai protocolli che stimola la creatività e permette di seguire l'ispirazione: il trattamento "senza forma". Una vera e propria danza fatta con uké. L'utilizzo della musica usata come fosse un vera e propria "terza mano" è parte integrante del metodo.
È stato sviluppato anche un metodo per lo "shiatsu a 4 mani", ovvero due torì su un uké.
L'uscita ufficiale del libro "Gengo Shiatsu - il linguaggio della pressione" risale ormai al 2007, e sono molti anni che questo stile viene in continuazione migliorato e sviluppato.
Questo seminario intensivo, il primo in Sicilia, è espressione di tutte le ultime innovazioni tecniche e strategiche introdotte in questo metodo.

  • Luogo: c/o dojo FURINKAZAN contrada Colla Maffone - LIBRIZZI (ME)
  • Punti Ecos: 90
  • Attestato: No
  • Esame finale: No
  • Ore totali: 68
  • Termine per iscrizione scaduto

LIBRIZZI (ME) – MASTER POST DIPLOMA (aperto agli studenti di shiatsu diplomati o con almeno tre anni di formazione)

GENGO SHIATSU  Il linguaggio della pressione®

Questo corso dà diritto a 90,00 punti ECOS o all’esonero per un anno (Federazione Italiana Shiatsu Insegnanti e Operatori)

Corso intensivo: 28-29-30 marzo 2020; 23-24-25 maggio 2020; 4-5-6-luglio 2020

Insegnante: Daniele Arnaldo Giorcelli

Il Gengo Shiatsu (il linguaggio originale della pressione delle mani) è uno stile moderno che pone l’accento sui diversi effetti che possiamo produrre modulando il “come”. Integra e sviluppa i tre modelli standard giapponesi che sono alla base dello shiatsu moderno: 

 - lo shiatsu per punti, quello dei primi shiatsuka

 - lo shiatsu per linee di punti, quello utilizzato da Namikoshi

 - lo shiatsu per canali, quello sviluppato da Masunaga

Ognuno di questi approcci si distingue per l’effetto che crea attraverso precise scelte operative (staticità/dinamicità, strumenti utilizzati, ritmo, uso di hara, continuità…). Nel Gengo Shiatsu questi approcci convivono e soprattutto sono stati svincolati dalle mappe del corpo nel quale sono nati (tsubo, punti neuromuscolari, canali energetici). Si è cercato di andare alla radice sottostante ogni stile di shiatsu, elaborando un nuovo modello svincolato da una rigida definizione legata a modelli teorici come quello anatomico o quello energetico del ki/qi. Si è andati verso una definizione di shiatsu visto come un linguaggio non verbale, dove le manovre, le tecniche, sono le parole, e gli approcci (per punto, per linee, per canali) rappresentano il senso del discorso che intratteniamo con il corpo-mente di ukè nel suo insieme. Le differenze nel trattare una persona che sta sperimentando un mal di schiena o un’insonnia, una depressione, od una stanchezza cronica, non sono più soprattutto una questione di scelta di punti, sequenze di punti o meridiani, bensì una scelta di manovre e approcci. In alcune situazioni sarà utile essere statici sugli tsubo (“shiatsu diapason”). In altre sarà più indicato procedere per linee di punti (“shiatsu ritmico”). Per ulteriori altre categorie di persone/problemi sarà più efficace seguire un orientamento per canali/linee (“shiatsu corda”).

L’universo delle possibili situazioni e richieste di uke viene diviso in 5 categorie/priorità:

 - dolore fisico e alterazioni funzionali

 - stanchezza

 - sofferenza psicologica

 - passato

 - bisogni fondamentali

Sono stati sviluppati diversi approcci diagnostici. Sono previste moltissime manovre e tecniche che costituiscono la ricchezza del linguaggio, dello shiatsu. È stato previsto anche un approccio fuori dagli schemi e dai protocolli che stimola la creatività e permette di seguire l’ispirazione: il trattamento “senza forma”. Una vera e propria danza fatta con uké. L’utilizzo della musica usata come fosse un vera e propria “terza mano” è parte integrante del metodo.

È stato sviluppato anche un metodo per lo “shiatsu a 4 mani”, ovvero due torì su un uké.

L’uscita ufficiale del libro “Gengo Shiatsu - il linguaggio della pressione” risale ormai al 2007, e sono molti anni che questo stile viene in continuazione migliorato e sviluppato.

Questo seminario intensivo, il primo in Sicilia, è espressione di tutte le ultime innovazioni tecniche e strategiche introdotte in questo metodo.

Appuntamenti

Data Inizio Fine Argomento
28 marzo 2020 09:00 17:30
29 marzo 2020 09:00 17:30
30 marzo 2020 09:00 17:30
23 maggio 2020 09:00 17:30
24 maggio 2020 09:00 17:30
25 maggio 2020 09:00 17:30
4 luglio 2020 09:00 17:30
5 luglio 2020 09:00 17:30
6 luglio 2020 09:00 17:30

Newsletter

Sottoscrivi la nostra newsletter per rimanere aggiornato sulle nostre novità ed eventi

Ho letto l'informativa sulla Privacy e autorizzo Optistar a processare i miei dati personali secondo il Decreto Legislativo 196/2003